Confesso che non vedevo l’ora di leggere Il risveglio dell’assassino: Fitz mi mancava terribilmente. Fin dalle primissime pagine, ho avuto la curiosa sensazione di aver già letto questo libro: tale è stata l’emozione di calore e familiarità. Riprendiamo il nostro amato protagonista da dove l’abbiamo lasciato: in una casetta nel ducato del Cervo, in compagnia […]

Continua a leggere